Portale Trasparenza Cittā di Giulianova - Denuncia di morte

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

Denuncia di morte

Responsabile di procedimento: Colandrea Miria
Responsabile di provvedimento: Colandrea Miria
Responsabile sostitutivo: Franchini Loredana

Descrizione

Il decesso deve essere denunciato all'Ufficiale di Stato Civile del Comune in cui è avvenuto entro 24 ore dallo stesso, ai fini del rilascio del permesso di seppellimento della salma e della predisposizione del relativo atto di morte.

La denuncia di morte puo' essere fatta da un familiare, dall'Impresa di Pompe Funebri o da persona informata del decesso.

La procedura è diversa a seconda del luogo di decesso.

Decesso avvenuto in abitazione privata:Immediatamente dopo il decesso è necessario

  • avvisare il medico curante che dovrà compilare la scheda ISTAT;
  • avvisare il Distretto Socio-Sanitario, che provvederà ad inviare il medico necroscopo o altro medico incaricato dall'ASL, il quale dovrà accertare il decesso;
  • consegnare la documentazione all'Ufficio di Stato Civile del Comune dove è avvenuto il decesso per la redazione dell'atto di morte.

Decesso avvenuto in Ospedale o Casa di cura
Dopo il periodo di osservazione della salma, è necessario:

  • ritirare il certificato necroscopico e la scheda ISTAT;
  • consegnare la documentazione all'Ufficio di Stato Civile del Comune dove è avvenuto il decesso per la redazione dell'atto di morte.

CREMAZIONEL'autorizzazione alla cremazione è concessa nel rispetto della volontà espressa dal defunto o dai suoi familiari, in base alla normativa nazionale e regionale. La competenza allo svolgimento della procedura è in capo al Comune di decesso.

La richiesta è ammissibile se la volontà del defunto è manifestata nei seguenti modi:

  • Testamento olografo (da pubblicare), segreto o pubblico
  • Iscrizione alla SOCREM o ad altre società con scopi simili (con dichiarazione scritta in carta libera, datata e sottoscritta, e convalidata dal Presidente dell'associazione)
  • Dichiarazione dei familiari più prossimi effettuata personalmente davanti all'Ufficiale di Stato civile del Comune di decesso o di residenza (del defunto o del richiedente), tramite idoneo processo verbale. In caso di disaccordo tra i familiari, vale la volontà della maggioranza assoluta degli stessi.

Alla domanda va allegato il certificato medico dal quale risulti sia che il defunto non era portatore di peacemaker, sia che è escluso il sospetto di morte dolosa.

L'autorizzazione alla cremazione è infine rilasciata dall'Ufficiale dello Stato civile.
Sia la richiesta di cremazione, sia l'autorizzazione, sono soggette al pagamento dell'imposta di bollo.

Affidamento urna cinerariaL'affidamento delle ceneri derivanti dalla cremazione, racchiuse in apposita urna cineraria di idoneo materiale, è concesso nel rispetto della volontà espressa dal defunto o dai suoi familiari, in base alla normativa nazionale, regionale e regolamento comunale.

La competenza allo svolgimento della procedura è in capo al Comune di decesso.

La richiesta di affidamento è ammissibile se la volontà del defunto di affidare le ceneri ad uno specifica persona è manifestata nei seguenti modi:

  • Testamento olografo (da pubblicare), segreto o pubblico
  • Iscrizione alla SOCREM o ad altre società con scopi simili (con dichiarazione scritta in carta libera, datata e sottoscritta, e convalidata dal Presidente dell'associazione)
  • Dichiarazione dei familiari più prossimi effettuata personalmente davanti all'Ufficiale di Stato civile del Comune di decesso o di residenza (del defunto o del richiedente), tramite idoneo processo verbale. In caso di disaccordo tra i familiari, vale la volontà della maggioranza assoluta degli stessi.

L'autorizzazione all'affidamento dell'urna cineraria è infine rilasciata dal Dirigente o dall'impiegato all'uopo delegato. Qualsiasi variazione del luogo e del soggetto presso cui l’urna è conservata deve essere comunicata al comune

Sia la richiesta di affidamento, sia l'autorizzazione, sono soggette al pagamento dell'imposta di bollo.

Dispersione delle ceneriE’ possibile disperdere le ceneri derivanti da cremazione sulla base di una espressa volontà del defunto, che può essere manifestata esclusivamente nei seguenti modi:

  • Testamento olografo (da pubblicare), segreto o pubblico
  • Iscrizione alla SOCREM o ad altre società con scopi simili (con dichiarazione scritta in carta libera, datata e sottoscritta, e convalidata dal Presidente dell'associazione)

Non può quindi essere accolta la richiesta di dispersione ceneri presentata dai familiari, ai quali viene soltanto consentita la scelta del luogo qualora il defunto non abbia lasciato indicazioni in merito.

La dispersione è consentita in aree appositamente destinate all'interno dei cimiteri, in natura o in aree private all'aperto e comunque non nei centri abitati (art. 34 Legge Regione Abruzzo n. 46/2012).
La competenza allo svolgimento della procedura è in capo al Comune di decesso.

L'autorizzazione alla dispersione delle ceneri è infine rilasciata dal Dirigente o dall'impiegato all'uopo delegato.

Sia la richiesta di dispersione, sia l'autorizzazione, sono soggette al pagamento dell'imposta di bollo.

Trasporto di cadaveri, ceneri e resti mortaliOgni trasporto di cadaveri, ceneri o resti mortali, va autorizzato dal Comune di decesso. L'autorizzazione al trasporto è rilasciata dal Dirigente o dall'impiegato all'uopo delegato.

Sia la richiesta di trasporto, sia l'autorizzazione, sono soggette al pagamento dell'imposta di bollo.

Estradizione di cadaveri per l’esteroQualora sia necessario provvedere a queste specifiche attività, si invita a contattare per tempo l'Ufficio di Stato civile di questo Comune, che fornirà le informazioni necessarie.

In ogni caso, è onere del richiedente (cittadino privato o agenzia di pompe funebri) attivarsi con le sedi diplomatiche o consolari straniere in Italia al fine di ottenere i nulla osta necessari, ove previsti.
Non potrà essere concessa alcuna autorizzazione finché tutta la documentazione richiesta non sia stata presentata a questo Ufficio.

Decesso di cittadini stranieri in ItaliaIn caso di decesso di cittadini stranieri in Italia, per poter espletare eventuali richieste di trasporto cadavere, cremazione, affidamento o dispersione delle ceneri, è necessario che gli interessati si rivolgano al Consolato/Ambasciata straniera in Italia al fine di ottenere il nulla osta all'operazione richiesta.

Chi contattare

Personale da contattare: Colandrea Miria

Termine di conclusione

Conclusione tramite silenzio assenso: si
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: si
12/24 ore e comunque prima del trasposto salma

Costi per l'utenza

2 Marche da bollo da € 16,00 per istanza e rilascio autorizzazione
 

Regolamenti per il procedimento

Riferimenti normativi

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: 31.12.2015
Contenuto inserito il 25-09-2013 aggiornato al 08-03-2017
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Corso Garibaldi, 109 - 64021 Giulianova (TE)
PEC protocollogenerale@comunedigiulianova.it
Centralino +39.085.80211
P. IVA 00114930670
Linee guida di design per i servizi web della PA
Il progetto Portale della trasparenza č sviluppato da ISWEB S.p.A. www.isweb.it