Portale Trasparenza Cittā di Giulianova - Diritto di soggiorno cittadini comunitari

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

Diritto di soggiorno cittadini comunitari

Responsabile di procedimento: Franchini Loredana
Responsabile di provvedimento: Franchini Loredana
Responsabile sostitutivo: Colandrea Miria

Descrizione

A partire dall'11 aprile 2007, entrata in vigore del Decreto Legislativo n. 30/2007, per il regolare soggiorno in Italia, ai cittadini dei Paesi UE non è più richiesta la carta di soggiorno rilasciata dalle Questure; è invece sufficiente una attestazione di soggiorno, che viene rilasciata dagli uffici comunali contestualmente all'iscrizione anagrafica.

Il Comune provvede di conseguenza alla verifica dei requisiti per il regolare soggiorno in Italia.
L'attestazione di soggiorno, in quanto atto rilasciato dalla P.A. dietro richiesta dell'interessato, è soggetta all'imposta di bollo, così come la relativa richiesta.

Requisiti di accessoIl cittadino con la nazionalità di uno dei Paesi UE, al momento dell'iscrizione anagrafica del Comune, deve attestare il possesso di requisiti, variabili a seconda della situazione in base a cui si soggiorna in Italia.

Lavoratori subordinati ed autonomiLo svolgimento di attività lavorativa dà diritto al soggiorno; occorre attestare, anche con autocertificazione, l'esistenza di un contratto di lavoro subordinato o il regolare svolgimento di lavoro autonomo.

Per i soli cittadini di Romania e Bulgaria (Paesi entrati nella UE nel 2007) i lavoratori di questi Paesi devono possedere un nulla osta dello Sportello Unico per l'Immigrazione (Questura) per svolgere la propria attività e richiedere l'iscrizione anagrafica, se occupati in ambiti diversi da:

  • lavoro stagionale
  • settore agricolo
  • settore turistico-alberghiero
  • lavoro domestico e di assistenza alla persona
  • settore edilizio
  • settore metalmeccanico
  • attività dirigenziale o altamente qualificata

StudentiChi svolge attività di studio o lavoro deve attestare:

  • l'iscrizione ad un istituto pubblico o privato di studio o di formazione;
  • la titolarità di un'assicurazione sanitaria idonea a coprire i rischi sul territorio italiano;
  • la disponibilità di risorse economiche sufficienti al soggiorno per sé ed i propri familiari, attestabili anche con autocertificazione del reddito indicandone la fonte, secondo la seguente tabella:

NUMERO DI PERSONE                              REDDITO RICHIESTO 

Richiedente + 1 familiare                                €   5.061,68

Richiedente + 2/3 familiari                              € 10.123,36

Richiedente + 4 o più familiari                         € 15.185,04

Soggiornanti per altri motiviIl soggiorno per motivi diversi da studio o lavoro è possibile attestando:

  • la titolarità di un'assicurazione sanitaria idonea a coprire i rischi sul territorio italiano;
  • la disponibilità di risorse economiche sufficienti al soggiorno per sé ed i propri familiari, attestabili anche con autocertificazione del reddito indicandone la fonte, secondo la precedente tabella.

In alcuni casi, ad esempio per chi riceve una pensione italiana, è possibile e consigliabile richiedere l'attestazione di soggiorno permanente in Italia.

FamiliariAi sensi del diritto di soggiorno, sono considerati familiari:

  • il coniuge
  • i discendenti diretti (figli-nipoti) di età inferiore a 21 anni o a carico
  • i discendenti diretti (figli-nipoti) del coniuge, di età inferiore a 21 anni o a carico
  • gli ascendenti diretti (genitori-nonni) a carico
  • gli ascendenti diretti (genitori-nonni) del coniuge, a carico.

La qualità di coniuge, invece, per matrimoni non celebrati né trascritti in Italia, deve essere attestata da documento del Paese di matrimonio, tradotto o comunque leggibile; in assenza di tale documento, le persone non risulteranno coniugate nell'anagrafe italiana e non potrà essere concesso il diritto di soggiorno per il familiare.I familiari cittadini di uno Stato UE, se non hanno diritto di soggiorno autonomo in base ai requisiti sopra descritti, possono soggiornare in Italia fino al permanere dei requisiti richiesti al familiare con diritto di soggiorno autonomo.
Nel caso specifico di familiari di cittadini italiani, il soggiorno è garantito fino al permanere della condizione di parentela.

Al momento della richiesta di rilascio dell'attestazione di soggiorno viene rilasciata una ricevuta temporanea.

L'attestazione di soggiorno non ha scadenza, ma la sua validità cessa con il venire meno dei requisiti sopra indicati per il rilascio anche per tutti i familiari, salvo che sia possibile per essi vantare un diritto autonomo al soggiorno. Fanno eccezione i figli, cui è comunque consentito rimanere in Italia fino al termine degli studi, e i casi di stato di inabilità temporanea e di disoccupazione involontaria dopo un periodo di lavoro in Italia.

In alcuni casi, ad esempio dopo un soggiorno legale e continuativo in Italia di oltre 5 anni, è possibile richiedere l'attestazione del diritto di soggiorno permanente, che non è soggetta a revoca salvo il caso di gravi motivi di ordine pubblico.

Chi contattare

Personale da contattare: Franchini Loredana

Termine di conclusione

Conclusione tramite silenzio assenso: si
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: si
30 giorni dal completamento della pratica di iscrizione anagrafica

Costi per l'utenza

2 Marche da bollo da € 16,00 per istanza e rilascio attestazione di soggiorno

Riferimenti normativi

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: 31.12.2015
Contenuto inserito il 27-09-2013 aggiornato al 08-03-2017
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Corso Garibaldi, 109 - 64021 Giulianova (TE)
PEC protocollogenerale@comunedigiulianova.it
Centralino +39.085.80211
P. IVA 00114930670
Linee guida di design per i servizi web della PA
Il progetto Portale della trasparenza č sviluppato da ISWEB S.p.A. www.isweb.it